Come fare per...


Apposizione e rimozione dei sigilli sui beni ereditati
Dove

Presso il  Tribunale di Torre Annunziata – Cancelleria Volontaria Giurisdizione – Via Regina Margherita di Savoia n. 22 (Istituto ex Salesiani) piano II   

Tel. 081-8573682  081-8573617

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00

Cos'èAPPOSIZIONE

Su istanza dell'esecutore testamentario, degli aventi diritto alla successione (in casi particolari anche di ufficio o su richiesta del pubblico ministero o su istanza di chi coabitava col defunto o che al momento della morte era addetto al suo servizio) e dei creditori può essere disposta l'apposizione dei sigilli. L'istanza si propone mediante ricorso. All'apposizione dei sigilli procede il tribunale.

Nei comuni in cui non ha sede il tribunale, i sigilli possono essere apposti, in caso d'urgenza, dal giudice di pace.

Se le porte sono chiuse, o si incontrano ostacoli all'apposizione dei sigilli, o sorgono altre difficoltà, tanto prima quanto durante l'apposizione, il giudice può ordinare l'apertura delle porte e dare gli altri provvedimenti opportuni.

Delle cose che possono deteriorarsi, il giudice può ordinare con decreto la vendita immediata, incaricando un commissionario.

Per la conservazione delle cose sigillate nomina un custode.

I sigilli non possono essere rimossi e l'inventario non può essere eseguito se non dopo tre giorni dall'apposizione, salvo che il giudice per cause urgenti stabilisca altrimenti con decreto motivato.

Se alcuno degli eredi è incapace, non si può procedere alla rimozione dei sigilli finché non gli sia stato nominato un tutore o un curatore speciale.

RIMOZIONE

La rimozione dei sigilli è ordinata con decreto dal giudice su istanza di una delle stesse persone indicate che possono chiederne l'apposizione.

Chiunque vi ha interesse può fare opposizione alla rimozione dei sigilli con dichiarazione inserita nel processo verbale di apposizione o con ricorso al giudice, il quale provvede con ordinanza non impugnabile.

La rimozione dei sigilli è eseguita dall'ufficiale che può procedere all'inventario. 

Se non occorre l'inventario, la rimozione è eseguita dal cancelliere del tribunale.

Nei comuni in cui non ha sede il tribunale la rimozione può essere eseguita dal cancelliere del giudice di pace.
ChiSu istanza dell'esecutore testamentario, degli aventi diritto alla successione (in casi particolari anche di ufficio o su richiesta del pubblico ministero o su istanza di chi coabitava col defunto o che al momento della morte era addetto al suo servizio) e dei creditori.
ComeE’ necessario avvalersi di un legale.
Costi

Apposizione: Regime fiscale:

  • contributo unificato € 85,00
  • 1 marca da € 27,00

Rimozione: Regime fiscale:

  • contributo unificato € 85,00
  • 1 marca da € 27,00
Leggi e regolamenti

Apposizione:

Normativa di riferimento: artt. 752 e segg. cod. proc. civ.

Rimozione:

Normativa di riferimento: artt. 762 e segg. cod. proc. civ.